I modelli contabili

Scritto da  Domenica, 25 Settembre 2011 11:55
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’importanza della Storia

I modelli contabili riguardano il passato. Dal punto di vista economico-aziendale rispondono alla domanda: chi siamo e da dove veniamo?

Per sapere chi siamo dobbiamo conoscere il percorso che abbiamo fatto per arrivare al punto in cui ci troviamo.

I principali modelli contabili sono il Conto economico, lo Stato patrimoniale e il Rendiconto finanziario. I primi due contengono aggregati (somma dei saldi di conti omogenei) e margini (differenze tra somme di aggregati). Il terzo deriva invece dagli altri due.

Vi sono diversi tipi di modello di Conto economico, di Stato patrimoniale e di Rendiconto finanziario.

Tutti i modelli possono poi assumere forme diverse: (scalare, a sezioni contrapposte o sovrapposte, eccetera.

La scelta del tipo di modello dipende dalle finalità conoscitive che si vogliono perseguire per mezzo di esso.

Attraverso opportune riclassificazioni si perviene a particolari aggregati di valore sui quali si fonda l’esame delle condizioni economiche, finanziarie e patrimoniali dell’impresa.

L’unità elementare dalla quale si parte per costruire il modello è il conto.

Abbiamo già parlato dell’oggetto del conto.

Qui vogliamo rimarcare che quanto più grande è l’ampiezza del suo oggetto tanto più eterogeneo è il suo contenuto.

Questo fatto potrebbe pregiudicare in misura rilevante la capacità conoscitiva dei modelli.

Normalmente, in sede d’impianto di un sistema contabile si procede in primo luogo a costruire un piano dei conti e in seguito, per arrivare ai modelli contabili, a eventuali riclassificazioni.

Dal punto di vista logico però, ciò non è corretto perché, prima di pensare al piano dei conti, occorrerebbe definire gli elementi conoscitivi che s’intendono perseguire attraverso i modelli contabili. Infatti, ogni modello esprime specifiche finalità conoscitive.

La costruzione del piano dei conti è dunque un’attività importantissima e di grande responsabilità.

Nel conto affluiscono tutte le scritture e i valori riguardanti a un determinato oggetto. E’ necessario che tali dati siano controllati accuratamente nella loro omogeneità, nella loro pertinenza e nel loro valore.

Letto 1962 volte