Il maggior effetto del cambiamento aziendale deriva dalla messa in discussione dei modelli mentali che imperano nelle menti dei decisori. È stato numerose volte provato che la realtà che cambia mette a dura prova le impostazioni, i convincimenti, le credenze del gruppo dirigente di un’azienda. I tempi hanno subito una tale accelerazione che tali modelli, o meglio mappe mentali, diventano presto obsoleti.
Questo significa che sempre più il cambiamento aziendale è divenuto fattore critico fondamentale della sopravvivenza dell’azienda nel lungo periodo, come d’altronde è specificato nella sua visione più moderna.
Il cambiamento non è però cambiamento a tutti i costi e in qualsiasi direzione. Esso è frutto di un processo a circuito doppio in cui è coinvolto sia l’analisi dei flussi informativi derivanti dai feed-back delle decisioni, sia il processo di reale variazione dei modelli mentali implicati con conseguenze variazione delle policy, ossia delle procedure e dei protocolli aziendali , nelle decisioni aziendali. Solo questa trasformazione concreta può portare al vero e efficace cambiamento aziendale. Newlead accompagna le aziende nel processo di cambiamento sia fornendo gli strumenti per creare un laboratorio di simulazione delle decisioni aziendali, sia affiancando gli imprenditori e i manager con un continua appoggio formativo. In questo modo la direzione del cambiamento non è mai casuale, ma efficacemente gestito verso la direzione del reale miglioramento.

Il livello generativo è la logica conseguenza del passaggio attraverso l'approfondimento e l'interiorizzazione  della struttura sistemica dell'azienda. Se questo passaggio produce in aggiunta un cambiamento di mentalità, un  cambiamento profondo dell'idea di impresa e del suo modo di funzionare nell'ambiente, arriviamo al grado più elevato e potenzialmente più efficace di consapevolezza sistemica.

 causal loop dell'apprendimento

Per far giungere l'azienda a questo stadio, dove agiscono anche la visione e i valori aziendali, forniamo all'imprenditore gli strumenti tecnologicamente più avanzati per verificare, senza rischi imprenditoriali, gli effetti  delle proprie decisioni. Usando la tecnologia Powersim Studio 9, costruiamo un ambiente di simulazione basato  su un modello rappresentativo dell'azienda, dove l'imprenditore o il manager possono provare senza rischi gli effetti  delle proprie decisioni. Attraverso l'uso di questi strumenti, si riescono a identificare le cause nascoste di certi  comportamenti aziendali imprevisti, si orientano più efficacemente le scelte strategiche della direzione e infine si  genera apprendimento. Oggi la sfida per le aziende è prepararsi al futuro in maniera consapevole dei rischi e delle  opportunità. Solo attraverso strumenti avanzati di calcolo e di rappresentazione dei dati si è in grado di affrontare  queste sfide in modo corretto. Solo se tutta l'azienda si muove insieme è possibile sperare in un miglioramento  duraturo e sostenibile. Solo se cambiano i modelli mentali di base si è in grado di migliorare veramente.
Cambiando modelli mentali si è in grado di generare nuove regole e nuove policies aziendali che a loro volta  influenzano le decisioni. Insomma attraverso il processo di sviluppo, accompagniamo l'azienda, e tutti i suoi  principali operatori, verso un nuovo livello di consapevolezza interiore di quali siano i modi e i mezzi per ottenere  miglioramenti nei risultati aziendali.

Per noi il coaching rappresenta uno stadio superiore dell'attività di consulenza. Attraverso la consulenza aiutiamo il cliente a fare un percorso di conoscenza, prediponiamo gli strumenti perché questo possa essere  possibile: insegnamo inizialmente a predisporre un comportamento adattivo rispetto alla sua realtà, superando  l'impulso immediato di reagire, cosa che spesso porta più svantaggi che reali vantaggi. In seguito trasferiamo  tutte le competenze per far emergere le cause strutturali profonde degli eventi che accadono in azienda. Con il coaching facciamo capire quanto i modelli mentali siano collegati a questa struttura profonda e come siano una leva per il cambiamento positivo che si ricerca. A maggior ragione quando bisogna affrontare un periodo di crisi.
Oggi il concetto di coaching è molto utilizzato nella pratica aziendale per creare cambiamento generativo.  Generativo significa produttivo di nuovi comportamenti. Solo se cambiamo i nostri modelli mentali possiamo  accedere a questo livello.

causal loop dell'apprendimento organizzativo

Per modelli mentali si intendono quelle opinioni, supportate da esperienze, che ci inducono a vedere il mondo che ci circonda, quindi anche l'azienda in cui operiamo, in un certo modo. Sono le lenti degli occhiali con cui vediamo il mondo, appunto. Queste credenze, se negative, si possono cambiare. Innanzitutto bisogna avere un atteggiamento aperto. Se tendiamo a chiuderci rispetto  al mondo e rispetto alle opinioni altrui, se trasformiamo le nostre credenze in convinzioni, il cambiamento risulta molto difficile.
Per esempio, quando ci predisponiamo a imparare qualcosa di nuovo, abbiamo già fatto un grande passo verso il  cambiamento dei nostri modelli mentali, perché indirettamente mettiamo in discussione ciò in cui abbiamo creduto  fino a pochi istanti prima. Questo accade quando frequentiamo corsi di formazione per migliorare la nostra conoscenza di un argomento legato alla nostra professione, che ci interessa approfondire e ci fa predisporre attivamente all'ascolto. L'elemento che fa scattare il desiderio di apprendimento è la curiosità: un atteggiamento che c'é in tutti gli esseri umani da quando nascono. La curiosità spinge perché si acquisisca, rispetto al mondo, uno stato di conoscenza desiderato diverso. E' la molla fondamentale generatrice della motivazione al cambiamento.
La sua forza diventa inutile se non siamo in grado di percepire, nel modo giusto, il feedback che il mondo ci rimanda. Se non abbiamo strumenti di misura abbastanza affinati per percepire che qualcosa nel mondo esterno è cambiato e dobbiamo quindi cambiare le nostre convinzioni.
Newlead, attravero la sua attività di coaching, aiuta gli imprenditori e i manager ad affinare la capacità di analisi dei feedback, per renderli pronti a utilizzare l'effetto leva che si produce, determinante per il cambiamento delle strutture in cui si  trovano a operare.

I benefici sono veramente notevoli. Essi partono innanzi tutto dalla reale capacità di generare soluzioni non solo sostenibili ma anche creative. In seconda battuta le soluzioni creativamente ideate sono anche generatrici di cambiamento dei modelli mentali dei decisori. Sono imparando a guardare ai problemi da altri e diversi punti di vista si è in grado di genere quel miglioramento continuo, fattore determinante della innovatività aziendale.
La messa in discussione delle proprie idee è sempre un momento produttivo. Ogni miglioramento passa infatti per un cambiamento. Il beneficio massimo che quindi le aziende possono ottenere dall’applicazione della metodologia della System Dynamics e dal percorrere la strada che fino a qui abbiamo voluto tracciare è l’effetto leva, fortemente moltiplicativo, determinato dal cambiamento dei modelli mentali. Grandi e piccole aziende in crisi si sono potute salvare solo e unicamente attraverso questo processo. Il modo migliore per affrontare le crisi che via via si presentano all’orizzonte delle aziende, infatti, è quello di disporre di una metodologia flessibile in grado di dare dei punti di riferimento sicuri nella gestione aziendale in grado, in ogni occasione, di orientare per il meglio le aziende e la loro dirigenza. Questo è l’unico modo veramente concreto di prepararsi al futuro.

Non ci sono articoli in questa categoria. Se si visualizzano le sottocategorie, dovrebbero contenere degli articoli.